Storia DEL Seagull 1963

Sezione dedicata alle schede tecniche, listini e molto altro

Moderatore: Andrea

vndf
Status: Non connesso

Storia DEL Seagull 1963

Messaggioda vndf » dom set 22, 2013 8:04 am

Seagull 1963

La storia del Seagull 1963

Il Seagull 1963 è la replica del primo ed

meccanico militare cinese, la cui storia inizia nel 1961, quando l'Aeronautica Militare Cinese emise un bando per la fornitura di 1400 cronografi, da assegnare ai piloti militari. Nasce così il "progetto 304" che sfruttò la vendita da parte della Venus dei macchinari per la produzione del Venus 175, un movimento cronografico con innesto della cronografia a ruote a colonna, soluzione tecnicamente di pregio, ma all'epoca più costosa dell'innesto "a leve" che proprio in quegli anni andava prendendo piede presso le industrie europee, in difficoltà per la concorrenza giapponese. Grazie all'acquisizione dei

Venus 175, la Tianjin Seagull potè realizzare, a partire dal 1963, il "progetto 304", con un movimento meccanico cronografico, a 19 rubini, molto simile al Venus 175; in totale, il "progetto 304" vide la realizzazione di 1400 esemplari, tutti destinati all'aeronautica militare cinese.

A partire dal 2003, con la Tianjin Seagull lanciata sempre più verso una produzione di livello mondiale, fu deciso di riprendere il progetto 304, che fu sottoposto a dei miglioramenti, con il numero di rubini che salì da 19 a 21; il movimento prese il nome di Seagull ST19 e fu sviluppato in diverse varianti. Per ulteriori informazioni, sulle varianti in cui è disponibile, si vada qui mentre per ulteriori notizie sulla sua storia, si vada qui. Il Seagull 1963, in produzione dal 2003, adotta il Seagull ST1901 ed identico nel disegno (salvo per le sfere che non erano cangianti), al cronografo militare dato in dotazione, nel 1963, ai piloti militari cinesi. Gli esemplari attuali, sono tutti identici, ad eccezione delle continue e piccole variazioni che arrecano al movimento e sopratutto per la scritta presente ad ore 12 che su alcuni recita "19 ZUAN" (com'era in origine il numero dei rubini, di cui zuan è la traduzione in cinese) mentre su altri recita "21 ZUAN", com'è attualmente. In quanto esteticamente molto simile all'originale del 1963, non c'è da meravigliarsi se la la cassa ha misure lontane dai canoni attuali, che tendono anzi, secondo me, ad essere eccessive. La cassa del Seagull 1963 è in acciaio, ha un diametro di 38mm, esclusa la corona ed ha anse da 18mm. Le sfere sono cangianti, a seconda di come vedono la luce, il vetro, almeno finora, è in acrilico. Da ricordare come i pulsanti della cronografia, essendo l'inserimento a ruote a colonna, risulti essere molto morbido. Affido l'ulteriore descrizione estetica dell'orologio, alle foto che di seguito troverete.

Caratteristiche meccaniche del Seagull 1963

movimento meccanico a carica manuale Seagull ST1901 Rubini: 21 Innesto della cronografia con ruota a colonna durata della carica: 37 ore circa frequenza: 21600 vph Dimensioni esterne: larghezza: 38 mm (esclusa corona) altezza: 46 mm (anse comprese) spessore: 14 mm (cristallo compreso) cassa in acciaio, chiusura a vite vetro in acrilico

Articolo preso Da http://www.finestraweb.net/seagull-1963.html


Immagine
:123w



Avatar utente
Andrea
Utente
Utente
Messaggi: 1085
Iscritto il: mar ago 27, 2013 2:11 pm
Località: Lodi
Status: Non connesso

Re: Storia DEL Seagull 1963

Messaggioda Andrea » dom set 22, 2013 9:00 am

In WatchPedia :123w



Pablo25
Utente
Utente
Messaggi: 1251
Iscritto il: mar ago 27, 2013 5:13 pm
Status: Non connesso

Re: Storia DEL Seagull 1963

Messaggioda Pablo25 » dom set 22, 2013 10:37 am

Grazie Mattia ;)



Avatar utente
Frenando
Utente
Utente
Messaggi: 939
Iscritto il: mar ago 27, 2013 7:23 pm
Località: VA
Status: Non connesso

Re: Storia DEL Seagull 1963

Messaggioda Frenando » mer ott 02, 2013 8:19 pm

Si... Beh... Chi sa quanto costa aspetterò che lo faccia la steinchart e mi piglio l'ommage... :lol: :lol: :lol:

Scherzo, grazie Mattia per la storia. Nel testo ci sono 2 link che mancano

Sto scrivendo dall'aggeggio con tapataaaaak



vndf
Status: Non connesso

Re: Storia DEL Seagull 1963

Messaggioda vndf » mer ott 02, 2013 8:20 pm

Frenando ha scritto:Si... Beh... Chi sa quanto costa aspetterò che lo faccia la steinchart e mi piglio l'ommage... :lol: :lol: :lol:

Scherzo, grazie Mattia per la storia. Nel testo ci sono 2 link che mancano

Sto scrivendo dall'aggeggio con tapataaaaak


Costa 200 euro :123w



Avatar utente
Frenando
Utente
Utente
Messaggi: 939
Iscritto il: mar ago 27, 2013 7:23 pm
Località: VA
Status: Non connesso

Re: Storia DEL Seagull 1963

Messaggioda Frenando » gio ott 03, 2013 5:57 am

vndf ha scritto:
Frenando ha scritto:Si... Beh... Chi sa quanto costa aspetterò che lo faccia la steinchart e mi piglio l'ommage... :lol: :lol: :lol:

Scherzo, grazie Mattia per la storia. Nel testo ci sono 2 link che mancano

Sto scrivendo dall'aggeggio con tapataaaaak


Costa 200 euro :123w

lo so ;) ho tentato di fare una battuta ... :?



Avatar utente
123wolf47
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 44278
Iscritto il: mer ago 28, 2013 6:13 am
Località: Napoli - Ivrea
Status: Non connesso

Re: Storia DEL Seagull 1963

Messaggioda 123wolf47 » lun ott 07, 2013 9:45 am

:123w :123w Bello l'approfondimento su uno degli orologi più amati da molti :!:
Solo che....quella foto....credo non gli renda giustizia e mi permetto di postarne una diversa :roll:

Immagine



Avatar utente
fgmistic
Utente
Utente
Messaggi: 118
Iscritto il: dom feb 09, 2014 7:47 pm
Status: Non connesso

Re: Storia DEL Seagull 1963

Messaggioda fgmistic » mar feb 25, 2014 8:34 pm

ripesco questa vecchia discussione, forse si è già detto ma evidentemente me lo sono perso....qualcuno ha tradotto le scritte in cinese sul quadrante ?



Avatar utente
fgmistic
Utente
Utente
Messaggi: 118
Iscritto il: dom feb 09, 2014 7:47 pm
Status: Non connesso

Re: Storia DEL Seagull 1963

Messaggioda fgmistic » mar feb 25, 2014 9:36 pm

grazie :123w :123w :123w :123w :123w :123w :123w



Avatar utente
calendolux
Utente
Utente
Messaggi: 9071
Iscritto il: ven set 20, 2013 2:59 pm
Località: bologna
Status: Non connesso

Re: Storia DEL Seagull 1963

Messaggioda calendolux » ven feb 28, 2014 12:27 pm

faccio un paio di considerazioni

la prima riguarda il fatto che fino ad ora non ho mai visto un orologio originale degli anni 60 per fare un confronto con la replica attuale

la seconda è un piccolo appunto quando si afferma che agli inizi degli anni 60 l'industria svizzera cominciava a sentire la concorrenza degli asiatici, mi pare del tutto inventato,a quel tempo gli asiatici,giapponesi in testa, copiavano spudoratamente i modelli occidentali e spesso ne usavano pure le meccaniche

il successo dei modelli asiatici è cominciato almeno dieci anni dopo



Avatar utente
fgmistic
Utente
Utente
Messaggi: 118
Iscritto il: dom feb 09, 2014 7:47 pm
Status: Non connesso

Re: Storia DEL Seagull 1963

Messaggioda fgmistic » ven feb 28, 2014 6:32 pm

calendolux ha scritto:faccio un paio di considerazioni

la prima riguarda il fatto che fino ad ora non ho mai visto un orologio originale degli anni 60 per fare un confronto con la replica attuale

la seconda è un piccolo appunto quando si afferma che agli inizi degli anni 60 l'industria svizzera cominciava a sentire la concorrenza degli asiatici, mi pare del tutto inventato,a quel tempo gli asiatici,giapponesi in testa, copiavano spudoratamente i modelli occidentali e spesso ne usavano pure le meccaniche

il successo dei modelli asiatici è cominciato almeno dieci anni dopo
se non erro il fulgens che avevo postato dovrebbe montare proprio il venus 175 (forse me lo avevi fatto notare proprio tu) ed i movimenti in effetti al mio occhio ignorante (mi do dell'ignorante da solo.cosi evito la fatica ad altri come in altro post :mrgreen: ps.non mi riferisco a te eh) sembrano pressoche identici... se hai voglia dacci un occhiata ..se non.trovi il link della foto dopo da pc te la giro.



Avatar utente
calendolux
Utente
Utente
Messaggi: 9071
Iscritto il: ven set 20, 2013 2:59 pm
Località: bologna
Status: Non connesso

Re: Storia DEL Seagull 1963

Messaggioda calendolux » sab mar 01, 2014 2:07 pm

si il fulgens montava Venus,quello originale ,che esteticamente è meno bello della odierna versione seagul che appare meglio rifinita,con due rubini in più ,e con bilancere liscio piu' veloce (19600BPH)

ma negli anni 50 i fondelli non erano trasparenti e non si dava troppa importanza all'estetica del movimento (con l'eccezione delle grandi case)



Avatar utente
fgmistic
Utente
Utente
Messaggi: 118
Iscritto il: dom feb 09, 2014 7:47 pm
Status: Non connesso

Re: Storia DEL Seagull 1963

Messaggioda fgmistic » sab mar 01, 2014 2:35 pm

calendolux ha scritto:si il fulgens montava Venus,quello originale ,che esteticamente è meno bello della odierna versione seagul che appare meglio rifinita,con due rubini in più ,e con bilancere liscio piu' veloce (19600BPH)

ma negli anni 50 i fondelli non erano trasparenti e non si dava troppa importanza all'estetica del movimento (con l'eccezione delle grandi case)

:123w :123w :123w :123w :123w thanks :123w :123w :123w



Avatar utente
enmed
Utente
Utente
Messaggi: 3787
Iscritto il: sab mag 03, 2014 6:15 pm
Località: Torino
Status: Non connesso

Re: Storia DEL Seagull 1963

Messaggioda enmed » mer gen 04, 2017 10:07 am

calendolux ha scritto: fino ad ora non ho mai visto un orologio originale degli anni 60 per fare un confronto con la replica attuale


Avevo la stessa curiosità, una ricerca in rete ha fornito solo le foto di due orologi dell'epoca, entrambi in ottone cromato, uno militare e uno civile. Il primo è in possesso della Seagull stessa, che evidentemente lo ha usato come base per la replica attuale, molto fedele direi (a meno che il quadrante non sia proprio dell'epoca...)


Immagine
Immagine



Immagine

Immagine



Avatar utente
Danilao
Utente
Utente
Messaggi: 2191
Iscritto il: mer mag 14, 2014 6:45 pm
Località: Per la piana tra Firenze, Prato e Pistoia
Contatta:
Status: Non connesso

Re: Storia DEL Seagull 1963

Messaggioda Danilao » mer gen 04, 2017 11:35 am

Nonostante tutto il male che si dice del ST19 mi ha sempre affascinato e mi piacerebbe acchiapparlo al polso.

Nessuno lo vuole, tutti lo schifano e ne dicono peste e corna (del resto raccolgo russi, che ci volete fare...) ma di secondo polso se ne trovano pochissimi (gli altri saranno tutti implosi?) e a prezzi non da rumenta.

Buh



Avatar utente
Theta Sigma
Utente
Utente
Messaggi: 3643
Iscritto il: lun lug 18, 2016 8:42 am
Località: Roma
Status: Non connesso

Re: Storia DEL Seagull 1963

Messaggioda Theta Sigma » mer gen 04, 2017 11:51 am

Dipende: appena uscito (parliamo del 1963) a 150 euro ci fu un acquisto compulsivo da tutti, poi un boom di vendite usate (per un paio di mesi Ebay era pieno di 1963).

Suppongo che molti degli esemplari difettosi siano stati restituiti o riparati, o restano lì fermi nei cassetti, mentre gli attuali 1963 (da 260 dollari in su) hanno esaurito la "spinta".

Tu svenderesti un orologio che sai malfunzionante o per il quale hai speso 120 euro in su di revisione, avendolo pagato 150?


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk



Avatar utente
brigh13
Utente
Utente
Messaggi: 3868
Iscritto il: ven mar 14, 2014 9:10 am
Località: Modena
Status: Non connesso

Re: Storia DEL Seagull 1963

Messaggioda brigh13 » mer gen 04, 2017 12:46 pm

@Enmed: grazie di aver recuperato la discussione.



Blackwatch
Utente
Utente
Messaggi: 4378
Iscritto il: sab ago 31, 2013 5:50 pm
Località: Nowhere
Status: Non connesso

Re: Storia DEL Seagull 1963

Messaggioda Blackwatch » dom gen 08, 2017 11:10 am

Non capisco il problema, si trova agevolmente alla solita modesta cifra.
Per tenerlo in esposizione va benissimo perche' ad usarlo va come una chiavica a carbonella.




Torna a “WatchPedia”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite