Partigiani italiani nell'ottica degli Alleati...

Angolo in cui poter parlare della propria opinione politica, sempre nel massimo rispetto dell'opinione altrui.
gianpaolino94
Utente
Utente
Messaggi: 3946
Iscritto il: gio ott 10, 2013 8:50 pm
Località: Andes
Status: Non connesso

Partigiani italiani nell'ottica degli Alleati...

Messaggioda gianpaolino94 » mer apr 04, 2018 6:38 am

È destinato a far discutere il libro di uno storico inglese che sottolinea come gli italiani divennero partigiani solo per opportunismo, e solo quando furono ben sicuri che avrebbero vinto la guerra gli Alleati...
Prima dell'armistizio... tutti e solo in camicia nera?
Mah... chissà?
Di certo gli inglesi, a torto o a ragione, non ci hanno mai stimato, né come alleati, né come nemici...

http://m.ilgiornale.it/news/2018/04/03/ ... e/1511490/



Avatar utente
ale9191
Utente
Utente
Messaggi: 2076
Iscritto il: mer mag 10, 2017 7:13 am
Località: Firenze
Status: Non connesso

Partigiani italiani nell'ottica degli Alleati...

Messaggioda ale9191 » mer apr 04, 2018 7:01 am

Ho letto l’articolo di Mieli sul saggio di Wieviorka (è francese) sul Corriere di ieri. Sembra un libro interessante che leggerò sicuramente. Nell’articolo però si sottolinea come tutto questo sia accaduto non solo in Italia, ma anche nel resto di Europa, Francia in primis. Si sottolinea poi che anche tra gli stessi Alleati, non era tutto rose e fiori.



Avatar utente
cane
Utente
Utente
Messaggi: 8087
Iscritto il: sab ago 31, 2013 2:02 pm
Località: Cecina Livorno
Status: Non connesso

Partigiani italiani nell'ottica degli Alleati...

Messaggioda cane » mer apr 04, 2018 11:46 am


Sui partigiani ormai si scrive di tutto, a favore o contro...

Ma se vuoi che il libro abbia successo devi scrivere contro e fare polemica...e l'autore mi pare l'ha capito...(vale in tutti i settori)

Per me il bilancio complessivo dell'azione partigiana e' positivo...

La cosa certa e' che l'immagine nel link documenta la pagina piu' vile scritta dai partigiani... :(



gianpaolino94
Utente
Utente
Messaggi: 3946
Iscritto il: gio ott 10, 2013 8:50 pm
Località: Andes
Status: Non connesso

Partigiani italiani nell'ottica degli Alleati...

Messaggioda gianpaolino94 » gio apr 05, 2018 9:45 am

Trovo imbarazzante che nel 1941 i responsabili del SOE dovessero riferire che "non c'era in Italia una linea di resistenza".
Non so se c'è intento polemico nel riferire simili commenti ufficiali.
Anni fa lessi un'intervista ad un partigiano, il quale, dalle file della RSI... decise di invertire la rotta quando fu posto a guardia del relitto di un bombardiere americano abbattuto... fu talmente impressionato dalla tecnologia e dalla qualità dei materiali e dal fatto che gli avieri avevano tute riscaldate elettricamente che penso bene che avrebbero vinto la guerra e che valeva la pena di schierarsi con i vincitori...
Quando si dice "solidi ideali, fermi valori, etc"...
Mah... io ovviamente non sono nessuno per giudicare i vivi e i morti, bisogna trovarcisi in certi frangenti, nei luoghi e nei tempi delle grandi scelte, però devo dare ragione al mio docente di storia, molto anziano, che diceva: "il 25 aprile l'Italia si svegliò con la popolazione evidentemente raddoppiata... il giorno prima era abitata da 45 milioni di fascisti, il giorno dopo, da 45 milioni di antifascisti..."



Avatar utente
cane
Utente
Utente
Messaggi: 8087
Iscritto il: sab ago 31, 2013 2:02 pm
Località: Cecina Livorno
Status: Non connesso

Partigiani italiani nell'ottica degli Alleati...

Messaggioda cane » gio apr 05, 2018 10:34 am

gianpaolino94 ha scritto:.. il giorno prima era abitata da 45 milioni di fascisti, il giorno dopo, da 45 milioni di antifascisti..."

Comunque sempre meglio che se fossimo rimasti 45 milioni di fascisti...

Non credo comunque la svolta sia stata repentina il 25 aprile, la guerra e la situazione createsi aveva gia' lavorato ai fianchi la popolazione...

Di certo all'inizio di tutto il sostegno al fascismo era notevole...



gianpaolino94
Utente
Utente
Messaggi: 3946
Iscritto il: gio ott 10, 2013 8:50 pm
Località: Andes
Status: Non connesso

Partigiani italiani nell'ottica degli Alleati...

Messaggioda gianpaolino94 » ven apr 06, 2018 10:18 am

Non sono d'accordo: meglio 45 milioni di persone che si prendono le proprie responsabilità, sulla propria pelle, che 45 milioni di banderuole che dicono "io non c'ero e se c'ero dormivo, sognando di essere altrove"...
Però, ripeto... bisogna trovarcisi per dirlo...
Anche San Pietro, prima che gallo cantasse... e con ciò il Vangelo sottolinea le debolezza dell'animo umano, anche dei più grandi...



Avatar utente
ferste
Utente
Utente
Messaggi: 6219
Iscritto il: ven set 06, 2013 7:48 am
Località: Alessandria
Status: Non connesso

Partigiani italiani nell'ottica degli Alleati...

Messaggioda ferste » ven apr 06, 2018 12:25 pm

Non penseremo davvero che un regime infame, ladro e inetto fosse diverso dal popolo che rappresentava? La tipica tendenza italo-latina a schierarsi con il più forte è endemica.
Quando il più forte sembrava il fascio tutti con lui, per quanto fosse evidentemente una massa di corrotti incapaci, quando il fascio è andato a ramengo ci si schiera compatti con i nuovi Potenti.
I francesi, che sono più furbi, o forse solo meno stupidi, e comunque meno implicati, hanno fatto credere agli Alleati che Vichy non fosse esistita, noi non ci siamo riusciti nonostante i numerosi tentativi di "cobelligeranza".

Quella di chi credeva davvero, sia nel Fascismo che nella contrarietà ad esso, era una sparuta minoranza.



Avatar utente
cane
Utente
Utente
Messaggi: 8087
Iscritto il: sab ago 31, 2013 2:02 pm
Località: Cecina Livorno
Status: Non connesso

Partigiani italiani nell'ottica degli Alleati...

Messaggioda cane » ven apr 06, 2018 1:05 pm

gianpaolino94 ha scritto:Non sono d'accordo: meglio 45 milioni di persone che si prendono le proprie responsabilità, sulla propria pelle, che 45 milioni di banderuole che dicono "io non c'ero e se c'ero dormivo, sognando di essere altrove"...

Prendersi delle responsabilita' il 25 aprile non era facile, c'era la voglia di cambiare e di uscire da quegli errori...dagli orrori della guerra...

Quello che e' grave e' che oggi, dopo 70 anni, non vogliamo ammettere i nostri errori e fare i conti con la storia...

Anzi, ultimamente ci sono tanti che cercano di rivalutare quel periodo... :(



gianpaolino94
Utente
Utente
Messaggi: 3946
Iscritto il: gio ott 10, 2013 8:50 pm
Località: Andes
Status: Non connesso

Partigiani italiani nell'ottica degli Alleati...

Messaggioda gianpaolino94 » dom apr 08, 2018 8:54 am

E invece è giusto buttare via il bambino con l'acqua sporca...?

Regime ladro, infame ed inetto...
Mah...
Io giudico i governi non sulla base dei commenti giornalisticio per sentiro dire, ma sulla base delle leggi che produce.
Ebbene, nel ventennio si sono scritte le prime e migliori leggi di tutela sociale e dei lavoratori che il mondo conoscesse.
Tanto che, sotto certi aspetti, lo Statuto dei Lavoratori e il Jobs act sono stati passi indietro...
Però... sopra ci hanno messo la bandiera rossa e quindi vanno bene così?!
Di quegli anni fu l'ultimo massiccio intervento di sostegno ed edilizia sociale pubblici: ospedali, università, interi quartieri di case popolari, opere coloniche, bonifiche, acquedotti, strade, assicurazioni ed assistenza sociali... sostegno a genitorialità ed infanzia, ai lavoratori, allo sport... grande codificazione.. . etc... etc...
Dunque il consenso era forse meritato...?
Chissà...? Di certo abbiamo visto governi peggiori...



Avatar utente
ale9191
Utente
Utente
Messaggi: 2076
Iscritto il: mer mag 10, 2017 7:13 am
Località: Firenze
Status: Non connesso

Partigiani italiani nell'ottica degli Alleati...

Messaggioda ale9191 » dom apr 08, 2018 9:42 am

Tutte cose realizzate a discapito di molto altro



Avatar utente
cane
Utente
Utente
Messaggi: 8087
Iscritto il: sab ago 31, 2013 2:02 pm
Località: Cecina Livorno
Status: Non connesso

Partigiani italiani nell'ottica degli Alleati...

Messaggioda cane » dom apr 08, 2018 10:22 am

Allora giampaolino sai quanti dittatori potremmo rivalutare?

Ma non vuoi che ogni dittatore non abbia mai fatto anche cose buone, un ponte, una scuola?

Era una dittatura, che ci ha portato in guerra, che ha fatto le leggi razziali, non puo' essere giustificato neppure con alcune cose buone...

Certamente possimo prendere le cose buone fatte, ma inneggiare mussolini o al fascismo e' troppo...
Ultima modifica di cane il dom apr 08, 2018 10:41 am, modificato 2 volte in totale.



Avatar utente
ale9191
Utente
Utente
Messaggi: 2076
Iscritto il: mer mag 10, 2017 7:13 am
Località: Firenze
Status: Non connesso

Partigiani italiani nell'ottica degli Alleati...

Messaggioda ale9191 » dom apr 08, 2018 10:30 am

Come disse Benigni, anche il Mostro di Firenze “Buongiorno” a qualcuno lo avrà detto



Avatar utente
enmed
Utente
Utente
Messaggi: 3793
Iscritto il: sab mag 03, 2014 6:15 pm
Località: Torino
Status: Non connesso

Partigiani italiani nell'ottica degli Alleati...

Messaggioda enmed » dom apr 08, 2018 10:56 am

gianpaolino94 ha scritto:Source of the post È destinato a far discutere il libro di uno storico inglese che sottolinea come gli italiani divennero partigiani solo per opportunismo, e solo quando furono ben sicuri che avrebbero vinto la guerra gli Alleati...
Prima dell'armistizio... tutti e solo in camicia nera?
Mah... chissà?
Di certo gli inglesi, a torto o a ragione, non ci hanno mai stimato, né come alleati, né come nemici...

http://m.ilgiornale.it/news/2018/04/03/ ... e/1511490/


Leggo:
"Gli inglesi cercarono di fomentare la resistenza al fascismo e al nazismo in tutta Europa. Ma fino all'8 settembre in Italia non trovarono molti partigiani"

E poi leggo una serie di commenti sugli italiani-banderuola si/no, regime si/no, e altre amenità.

Mi viene in mente un'altra frase, che caratterizza gli italiani quando non sono coinvolti in prima persona: "son tutti partigiani col culo degli altri" :mrgreen:



Avatar utente
cane
Utente
Utente
Messaggi: 8087
Iscritto il: sab ago 31, 2013 2:02 pm
Località: Cecina Livorno
Status: Non connesso

Partigiani italiani nell'ottica degli Alleati...

Messaggioda cane » dom apr 08, 2018 11:09 am

enmed ha scritto: "son tutti partigiani col culo degli altri" :mrgreen:

Proprio tutti no! :twisted:

Immagine


Immagine


Immagine



Avatar utente
enmed
Utente
Utente
Messaggi: 3793
Iscritto il: sab mag 03, 2014 6:15 pm
Località: Torino
Status: Non connesso

Partigiani italiani nell'ottica degli Alleati...

Messaggioda enmed » dom apr 08, 2018 11:28 am

Intendo oggi!



Avatar utente
enmed
Utente
Utente
Messaggi: 3793
Iscritto il: sab mag 03, 2014 6:15 pm
Località: Torino
Status: Non connesso

Partigiani italiani nell'ottica degli Alleati...

Messaggioda enmed » dom apr 08, 2018 11:30 am

Evidenzio giusto per far comprendere meglio il senso:
Mi viene in mente un'altra frase, che caratterizza gli italiani quando non sono coinvolti in prima persona: "son tutti partigiani col culo degli altri"



gianpaolino94
Utente
Utente
Messaggi: 3946
Iscritto il: gio ott 10, 2013 8:50 pm
Località: Andes
Status: Non connesso

Partigiani italiani nell'ottica degli Alleati...

Messaggioda gianpaolino94 » dom apr 08, 2018 6:36 pm

Ma infatti il Pentapartito ve lo siete meritato...
Se Mussolini avesse compiuto mille volte più nefandezze, ma si fosse alleato con l'esercito giusto sarebbe difficile sentirne parlar male... un pochino come è successo con Stalin e Mao... si vede che hanno detto tanti buongiorno...
:-D
Mi fa tristezza sentire criticare chi ha inventato la previdenza e la sicurezza sociale dagli stessi che inneggiano chi l'ha sbragata...
Si vede che ce li siamo meritato...



gianpaolino94
Utente
Utente
Messaggi: 3946
Iscritto il: gio ott 10, 2013 8:50 pm
Località: Andes
Status: Non connesso

Partigiani italiani nell'ottica degli Alleati...

Messaggioda gianpaolino94 » dom apr 08, 2018 6:47 pm

Direi piuttosto che nel 1941 l'Asse la guerra la stava vincendo su tutti i fronti e c'erano simpatizzanti filo nazisti anche a Londra e Washington...
Cercare partigiani in Italia nel 1941 ha senso come cercare simpatizzanti hitleriani a Londra nel 1945...



Avatar utente
drauzdria
Utente
Utente
Messaggi: 17862
Iscritto il: mar ago 27, 2013 3:10 pm
Località: Genova,emigrato a Savona.
Status: Non connesso

Partigiani italiani nell'ottica degli Alleati...

Messaggioda drauzdria » lun apr 09, 2018 8:50 am

cane ha scritto:Source of the post Allora giampaolino sai quanti dittatori potremmo rivalutare?

Ma non vuoi che ogni dittatore non abbia mai fatto anche cose buone, un ponte, una scuola?

Era una dittatura, che ci ha portato in guerra, che ha fatto le leggi razziali, non puo' essere giustificato neppure con alcune cose buone...

Certamente possimo prendere le cose buone fatte, ma inneggiare mussolini o al fascismo e' troppo...

Non posso che quotare,questi sono dati oggettivi(non dimentico le foibe,Stalin, ecc ecc),tutto il resto sono (sia da parte dei fascisti che dei comunisti)solo la dimostrazione della pochezza culturale del paese in cui viviamo.



Avatar utente
ferste
Utente
Utente
Messaggi: 6219
Iscritto il: ven set 06, 2013 7:48 am
Località: Alessandria
Status: Non connesso

Partigiani italiani nell'ottica degli Alleati...

Messaggioda ferste » lun apr 09, 2018 12:38 pm

gianpaolino94 ha scritto:E invece è giusto buttare via il bambino con l'acqua sporca...?

Regime ladro, infame ed inetto...
Mah...
Io giudico i governi non sulla base dei commenti giornalisticio per sentiro dire, ma sulla base delle leggi che produce.
Ebbene, nel ventennio si sono scritte le prime e migliori leggi di tutela sociale e dei lavoratori che il mondo conoscesse.
Tanto che, sotto certi aspetti, lo Statuto dei Lavoratori e il Jobs act sono stati passi indietro...
Però... sopra ci hanno messo la bandiera rossa e quindi vanno bene così?!
Di quegli anni fu l'ultimo massiccio intervento di sostegno ed edilizia sociale pubblici: ospedali, università, interi quartieri di case popolari, opere coloniche, bonifiche, acquedotti, strade, assicurazioni ed assistenza sociali... sostegno a genitorialità ed infanzia, ai lavoratori, allo sport... grande codificazione.. . etc... etc...
Dunque il consenso era forse meritato...?
Chissà...? Di certo abbiamo visto governi peggiori...


Ecco, tu giudica dalle leggi, io giudico dalla giustizia sociale, dall'uguaglianza del cittadino, dalla libertà di opinione e da fatti storici incontestabili, forse sarebbe meglio smettere di imparare la Storia sui libri di Pansa e provare con qualcosa di serio.
I lavoratori erano tutelati? Alle centinaia di persone ingiustamente incarcerate, uccise, torturate, escluse dal mondo del lavoro per non aver voluto prendere una tessera cosa diciamo? Alle classi basse che videro sprofondare il potere d'acquisto negli anni '30 cosa diciamo?
Gli diciamo che il sindacato fascista lavorava per loro? Quali sarebbero le prime tutele istituite dal fascismo? La pensione? La Cassa Integrazione?

Che le celeberrime riforme sanitarie fasciste fossero il punto di arrivo di uno sviluppo graduale partito negli ultimi anni dell'800, così come le riforme del sistema previdenziale e pensionistico lo diciamo? In fondo anche il nazismo ha fatto alcune cose buone, la disoccupazione era ai minimi e sulle Alpi Bavaresi l'aria era buona e il cibo sano, e anche l'Urss di Stalin aveva livelli di disoccupazione ridicoli.

Sulle ruberie operate da Duce, famigliari e gerarchi vari direi che non c'è nemmeno da discutere, a meno che tu non sostenga la teoria del "Se lo sapesse il Duce", a quel punto ordiniamo quattro Caipirinhe e ci mettiamo a parlare di fig@.

Quanto infine all'inettitudine..beh...il risultato finale testimonia il successo del Regime.




Torna a “Discussioni Politiche”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti